GIULIA

In quella che chiama la sua prima vita, Giulia Barela si è occupata di relazioni internazionali, la valigia sempre pronta e aerei presi al volo. “Viaggiavo di continuo e ho continuato a farlo anche quando è nato mio figlio. Non potevo lasciare, non mi andava di venir meno…ma mi sentivo come incastrata in un ruolo”.

La passione per i gioielli è arrivata poi. O meglio, esisteva molto prima. Ma è diventata un lavoro vero solo dopo essere stata accantonata per una vita: “Disegnavo collane e bracciali, era la mia aspirazione di adolescente. Ma non l’ho seguita, non ne ho fatto nulla, forse non ho avuto il coraggio”.

Ho conosciuto Giulia l’estate scorsa. L’aria felicemente svagata, e una collana a serpente a illuminarle l’abito: “L’ho fatta io”. Romana, ricordi d’infanzia sul mare di Salerno e studi in legge più per onorare una tradizione familiare che per convinzione (“sapevo che non avrei mai fatto il notaio come mio padre, lui così preciso, metodico, io con un fardello di disordine e creatività a cui dare libero sfogo…”), mi ha raccontato come da quel ruolo sia riuscita poi a disincastrarsi. “Sono andata per caso alla presentazione del libro di un life coach. E dire che avevo ricevuto decine d’inviti in quella libreria, ma non li avevo mai presi in considerazione. Quella sera si parlò di aspirazioni personali, ci furono molti interventi, molte esperienze dirette. Forse avevo solo bisogno di un pretesto, ma è stato utile: è bastato per capire che mi stavo auto-sabotando”.

Nel 2009 la sua prima collezione di gioielli. “Prima li disegnavo solo. Poi ho perfezionato la tecnica della fusione della cera persa… oggi seguo tutte le fasi di laboratorio. Avevo voglia di un lavoro manuale e creativo, di un’attività mia in cui potermi esprimere. Da allora non mi sono più fermata. Ogni giorno aggiungo un piccolo tassello, nella direzione che è quella che io voglio”.

I gioielli di Giulia hanno un’identità forte. E la loro bellezza va al di là dell’oggetto artigianale: sono il risultato di una scelta audace, di un cambiamento. Adoro chi ha il coraggio di reinventarsi e ricominciare.

“L’ispirazione può arrivarmi da qualsiasi cosa – dice – dalla natura, da un colore, dai grafismi di una stoffa. Uso il bronzo e l’argento, e tra le pietre semi preziose scelgo quelle imperfette, con inclusioni colorate, ognuna è una pietra a sé, diversa dalle altre”.

L’esperienza nelle relazioni internazionali le è servita. I suoi gioielli sono arrivati anche a New York e in Giappone.

Paolamosc

17 commenti su “GIULIA

  1. Annalaura

    Ciao Paola! Mi piace il tuo blog, complimenti! Finalmente un po’ di notizie buone dall’Italia!! Ti seguiro’ con molto piacere! A Ny dove posso trovare posso trovare questi bijoux? C’e’ un indirizzo?

     
    Rispondi
  2. Paola

    Ciao Annalaura, grazie! A NY puoi trovarli da “Mariana Antinori”, 1242 Madison Ave.
    Se fai un salto fammelo sapere.

     
    Rispondi
  3. Antonia

    Ciao Paola! La storia di Giulia mi ha gia’ messo voglia di lasciar perdere un po’ di cose e ricominciare da un’altra parte! Grazie per questo blog! Stay tuned!

     
    Rispondi
  4. Gaia

    Cara Paola,
    Conosco Giulia e i suoi bellissimi gioielli da anni, e anche se la posso seguire solo da lontano, mi sembra che tu l’abbia dipinta molto bene!
    Bell’ articolo, che coglie bene la creatività di una donna un po’ speciale..
    Auguri per il blog!!

     
    Rispondi
  5. ritalma rizzo

    ciao paola, mi diverte e sono piacevolmente sorpresa che tu abbia avuto modo di conoscere giulia e scoprine i suoi gradi meriti e la sua originale creatività artistica.
    è veramente una persona eccezionale…! mi sento una privilegiata a poter godere di una delle sue più belle creazioni, una collana, che quando indosso nn passa mai inosservata…
    un abbraccio.
    ritalma

     
    Rispondi
    1. Paola

      Cara Ritalma, i gioielli di Giulia esprimono la bellezza della passione con cui sono fatti.
      Mi fa molto piacere trovarti qui…su being italian. Spero di leggerti ancora.
      un grande abbraccio,
      paola

       
      Rispondi
    1. Giulia

      Grazie a tutti quelli che hanno aggiunto belle parole a quelle bellissime scritte da Paola.
      Sono molto contenta che piacciano le mie creazioni ma la soddisfazione più grande è che la mia storia possa spingere qualcuno a dare una svolta alla sua vita.
      Go Daniela V. Go!!!
      Un caro saluto a tutti,
      Giulia

       
      Rispondi
  6. Daria

    Adoro Giulia, e amo le sue creazioni, sono semplici e dirette, come lei, allegre e spiritose, come lei, perfette in tutte le situazioni……come lei !

     
    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>